Il giornale delle Associazioni

Il giornale delle Associazioni
Il giornale delle Associazioni

giovedì 30 ottobre 2014

Corso di educazione al risparmio: Capitolo 2




di Alexis Bardi


Tenere il diario delle spese
Avere coscienza dei costi sostenuti durante la giornata, aiuta in modo incredibile, la gestione del bilancio sia personale che familiare. Spesso si torna la sera a casa senza un euro e non sappiamo neanche dove sono stati spesi. E’ buona regola quindi scrivere tutte le spese sostenute sia l’ importo che il motivo. A fine settimana  sommare il tutto e confrontarlo con la settimana precedente. Già alla fine delle  prime due settimane si potrà fare un piccolo bilancio,  confrontarndo I risultati per cominciare a capire le proprie abitudini ed apportare I giusti correttivi. Per ottimizzare le scelte è bene fare una distinzione netta tra quelle che sono le spese “base”, ovvero quelle necessarie dove intervenire è molto difficile (per es. Rata del mutuo o del finanziamento, assicurazioni, visite mediche ecc…ecc..)   con quelle definibili “accessorie” ovvero non estremamente necessarie. Per cominciare l’ allenamento in modo soft, si può partire anche da un conteggio unico a fine settimana, ma ben presto si renderà necessario comprendere dove vanno a finire questi soldi, per cui prima ci si abitua ad aggionare il diario, prima diventa un automatismo : un pò come tenere sempre sottocontrollo le calorie durante una dieta. I sistemi di verifica possono essere I più banali : dal blocco notes, al file in excel, all’ applicazione scaricabile sullo smartphone. Non è importante dove, ma creare la condizione perchè tutto sia verificabile.

Buon risparmio

Come creare un obiettivo
Tenere il diario delle spese
Stop acquisti compulsivi
Porre attenzione alle microspese
Qualche trucchetto
Risparmiare sulle spese di casa
In vacanza
I consigli del viaggiatore
Risparmia sull’ acqua e sulle utenze varie